Cucina tipica locale Trentina

Ricette genuine e piatti della tradizione cucinati con prodotti
Km zero.

Il rifugio è frequentato da molte persone che salgono per gustare la cucina di Tullia, soprattutto la polenta con il capriolo, il cervo, lo stinco, l’arrosto con le noci, i funghi, i risotti con mirtilli o con il “radic de ors”, gli gnocchi con i porcini e tante altre specialità locali come le polenta carbonera e di patate.

La nostra cucina è stata premiata già nel 1994 con il “PIRON D’ORO” e successivamente segnalata da “L’ITALIA del GAMBERO ROSSO”.

MENU TIPICO
PRESENTE OGNI GIORNO

PRIMI
tris di tagliatelle alla cacciatora
gnocchi di patate con salsa di porcini
tortelli con formaggio bagoss
risotto ai mirtilli, o “al radic de ors”

SECONDI
polenta con capriolo in salmì
brasato di cervo, bocconcini di cinghiale
stinco al forno, arrosto in salsa di noci

CONTORNI
funghi trifolati, cipolline in agrodolce
patatine, verdure di stagione

DOLCE a scelta
gelato con mirtilli e lamponi
strudel di mele, semifreddi
caffè
acqua e vino della casa

€  28,00  (indicativo)

LE POLENTE

Proponiamo due tipiche polente della tradizione locale

POLENTA DI PATATE
Ingredienti: farina gialla di Storo, farina di grano saraceno (poca), un po’ di farina bianca, olio di oliva, porri, lardo Procedimento: cuocere le patate in un paiolo con non troppa acqua, ultimata la cottura schiacciare le patate con il tipico pestello, aggiungere farina gialla fino a rendere un impasto omogeneo, cuocere per 30 minuti e prima di servire, aggiungere il soffritto.

POLENTA CARBONERA
Ingredienti: farina gialla di Storo, acqua, sale, burro di malga, cipolla, formaggio grana, formaggio nostrano a piccoli pezzi, salame di Prezzo.
Procedimento: cuocere la polenta in modo tradizionale, a parte soffriggere la cipolla con il burro, aggiungere il salame, bagnare con vino e farlo evaporare, quando la polenta è cotta aggiungere il soffritto e il formaggio,”trisare” (girare) la polenta e versare sul tagliere.

Menu